Tempo fa avevo postato questo lavoro di Orgut Cayli, un’intera città ricreata a suon di numeri e codici che coprivano interamente le superfici.
Ora vi propongo due lavori, uno è di Dylan Roscover, giovane diciottenne statunitense la cui opera, rappresentante Steve Jobs ha fatto il giro del mondo in pochissimi giorni. (Qui il suo portfolio on-line)
stevejobs1
Il viso di Steve è anche qui completamente ricoperto da font curvati, ridimensionati e giustapposti tramite illustrator.
Nel caso siate particolarmente curiosi, trovate un tutorial con il makin’ of qui.
Di seguito, vi sottopongo poi Inlingua, un concept creato dall’agenzia Kolle Rebbe Werbeagentur, in collaborazione con Optix kreation, in cui un intero scenario di guerra è costruito simil lego da parole composte da font che si ammassano. A questo link trovate il makin’of con alcuni screenshots, di seguito, invece, il video della campagna.

Osservandoli, quindi, possiamo quindi affermare che questi lavori ci mostrano un nuovo trend.