In un paese dove anche i giovani girano in ferrari, lamborghini e bugatti… (leggi l’articolo sulle auto alla american university of Dubai), dove l’età media è 26 anni e ti sembra concretamente di vivere in un parco divertimenti per espatriati, dove i branch del venerdì sono diventati una delle tradizioni più in voga e dove l’applicazione TINDER è tra le più utilizzate e scaricate, dove in barba alle severe regole arabe sull’abbigliamento le gonne diventano sempre più corte (vedi esempio), qualcuno mi ha chiesto… “come funziona” il corteggiamento a Dubai.

Qui a Dubai gli arabi, e per estensione la popolazione expat definiscono la ricerca del partner “fishing” … che sta per “pescare”.

“Were you fishing in JBR last night” (stavi pescando la scorsa notte a JBR?) sta ad indicare che il tuo amico è andato a cercarsi una donna a Jumeirah Beach Residence… non ha niente a che vedere con il pesce. JBR è un’area particolarmente “californiana” di Dubai in cui giovani di tutte le nazionalità gironzolano in coda (per ora) con macchinoni possenti e con il finestrino abbassato (mettono in mostra la merce) per attirare il gentil sesso che spesso sta sorseggiando un soft drink o passeggiando  in uno dei locali che danno su “the walk”.

Non pensate a prodigiosi ammiccamenti, “abbbellaaaa” alla romana, o qualcosa di simile ai marciapiedi italiani… è tutto un gioco di sguardi… e avviene in maniera molto tranquilla e oserei dire elegante…