Sicuramente nel campo della motion graphic una delle (purtroppo ancora poche) voci italiane da tenere d’occhio, il suo showreel 2009 si dimostra molto vario e godibile, complice una colonna sonora azzeccatissima e un’esperienza di livello internazionale.

Interessante anche il dibattito suscitato da Montemagno sul tema della creatività giovane in Italia proprio a partire dalla visione dello showreel del Bucci.