Forse non tutti sanno che ormai, da un po’ di tempo, anche su YouTube girano video simili a quello che trovate qui sotto: si tratta di video 3D (almeno così dicono) a tutti gli effetti, ma ancora in fase sperimentale, ottenuti servendosi della tecnica della stereoscopia: ovvero dalla sovrapposizione di immagini “quasi identiche” poste alla dovuta distanza. Dico “quasi identiche” perché in realtà le immagine poste nel riquadro a sinistra e quelle poste a destra, si riferiscono rispettivamente a ciò che normalmente vediamo dall’occhio sinistro e da quello destro (che non è assolutamente la stessa cosa). E’ per questo che per avere una visione ottimale sono necessari gli occhiali rossi e blu che ormai tutti conosciamo.

Siccome io non vado al cinema da più di un anno (quindi non ho mai visto un film 3D in vita mia) e siccome non tengo abitualmente in casa un paio di quei “cosi” rossi e blu, chiedo a voi (che sicuramente siete più aggiornati di me e se ne avete voglia), di testare questi video sperimentali, indossando i vostri occhiali che avrete sicuramente ricevuto dopo essere andati a vedere AVATAR 3D.
Lasciate pure tutti i commenti che volete.. Ardo di sapere se si tratta di una bufala, oppure se funziona davvero.

Una nota sulla canzone del video. Si tratta dell’ultimo estratto di Magic Arm, un musicista inglese polistrumentista sempre più sotto i riflettori, sia per le sue performance live (in cui Mark Rigelsford (il suo vero nome) suona, rielabora, campiona, canta e compone… tutto live!!), sia per il suono electro-folk davvero innovativo e geniale. E’ una delle grandi rivelazioni di questo fine 2009-inizio 2010. L’album, Make Lists Do Something, è notevole e si distingue dal mucchio mostrando tutta la classe di questa giovane proposta. Originale anche la cover della hit degli LCD Soundsystem “Daft Punk is playing at my house” (la trovate sempre su YouTube). Una ventata di freschezza in un genere, quello Folk, sempre più affollato di “sole” buone proposte.
La canzone si intitola “Getting the way”.

Ultima segnalazione: l’autore del video si chiama Andrew Brooks, il suo portfolio di foto e di video è tutto da assaporare.

di Mario Guidolin